Chambolle Musigny 1er cru Les Hauts-Doix 2019 Robert Groffier

Altre caratteristiche

Da una parcella di circa un ettaro con impianti del 1980, ai confini con Les Amoureuses, Chambolle-Musigny Premier Cru “Les Hauts Doix” del Domaine Robert Groffier è una straordinaria versione di Pinot Noir, tutta giocata sull’eleganza e la raffinata finezza espressiva tipiche di questo straordinario terroir.  Il piccolo borgo di Chambolle-Musigny si trova tra Moray-Saint-Denis, sede della cantina e Vouget, proprio al centro della Côte de Nuits, da sempre famosa per produrre alcuni tra i migliori vini rossi del mondo. Il piccolo domaine familiare, lavora ancora con straordinaria passione e amore per la propria terra, producendo una gamma di etichette di eccellente livello e dallo stile classico. Tannini di grande finezza in un corpo generoso.  


La storia dell’azienda ha inizio alla fine del 1800 con Frédéric Groffier, cui succede il figlio Jules (al quale si deve attribuire l’acquisto intorno al 1930 della maggior parte delle parcelle). Alla direzione del Domaine familiare si succedono quindi Robert, Serge e, dal 2005, Nicolas Groffier, che dimostra di voler mantenere alta la fama che la famiglia si è meritatamente guadagnata nel corso del tempo, migliorando ulteriormente, se possibile, la qualità dei vini. Pur avendo il Domaine sede e cantina a Morey St. Denis, le vigne più importanti sono dislocate per la maggior parte nei comuni di Gevrey-Chambertin e Chambolle Musigny, con l’eccezione di alcune parcelle nei Comuni di Vougeot e Morey St. Denis dedicate alla produzione del Bourgogne rouge e del Bourgogne Passetoutgrains. Negli ultimi 25 anni è in atto una riconversione degli impianti di Guyot al Cordon de Royat, per contenere naturalmente la vigoria delle piante. Contemporaneamente è aumentato il ricorso al portainnesto 161-49 che, ad avviso della famiglia Groffier, apporta maggiore finezza e migliore qualità. I protocolli di vinificazione prevedono l’uso parziale del grappolo intero (normalmente almeno il 20% ma in accordo con le caratteristiche dell’annata e delle cuvée). I grappoli diraspati subiscono una macerazione prefermentativa a freddo (10/12°) per 4/5 giorni, per poi dare inizio alla fermentazione alcolica fino ai 35° gradi, con frequenti ma brevi follature e occasionali rimontaggi. Nel corso dei 17/20 giorni di fermentazione e  di macerazione, la temperatura viene fatta scendere dapprima a 30° e quindi a 20/22°. L’affinamento avviene in pièces, con una percentuale di legno nuovo che va dallo 0% al 100% a seconda delle cuvée. Normalmente viene effettuato un solo travaso, dopo circa un anno dalla vendemmia.  I vini sono quindi trasferiti in grandi tini prima della successiva vendemmia e quindi imbottigliati senza chiarifiche o filtrazioni. I vini  sono ricchi, concentrati ma di straordinario dettaglio ed eleganza, perfettamente fedeli ai rispettivi terroir.


Caratteristiche

  • Nome del vino: Les Hauts-Doix

  • Annata: 2019

  • Denominazione: Chambolle Musigny 1er cru

  • Provenienza: Francia-Borgogna

  • Vitigni: Pinot noir 100%

  • Suolo: Calcareo

  • Vinificazione e affinamento: La fermentazione si svolge in modo spontaneo con lieviti indigeni e il vino matura per almeno un anno in barrique di rovere francese.

  • Grado alcolico: 13,5

  • Formato: 75 cl