Campania IGT Rosato 2019 Monte di Grazia

Altre caratteristiche

Il Rosato di Monte di Grazia è uno di quei vini che finiscono in men che non si dica: un sorso di freschezza ed equilibrio con una beva compulsiva! Tintore e Moscio sono le uve autoctone che lo compongono, viene vinificato e affinato in acciao, Poche parole e molti sorsi!


Pochi sanno che, a pochi chilometri dalle famose località turistiche della costiera amalfitana si trova un paesaggio unico dal punto di vista ambientale, ricompreso all’interno del Parco Regionale dei Monti Lattari. Qui la viticoltura si ha una produzione esigua e ridotta, a causa della conformazione geografica dei terreni che costringe i viticoltori a coltivare con piccoli terrazzamenti, ma nonostante queste difficoltà ci sono realtà d’eccellenza come l’azienda agricola Monte di Grazia. Nata a Tramonti nel 1993, la sua crescita è dovuta ad Alfonso Arpino, proprietario appassionato di vini che, lentamente, nel corso della propria vita, decise di avvicinarsi ai vigneti di proprietà famigliare. L’azienda si estende su un fazzoletto di terra grande appena 2,7 ettari, proprio a ridosso della Costiera Amalfitana, dove mare e montagna s’uniscono, dando vita ad un panorama mozzafiato. Le viti, alcune anche con più di cent’anni d’età, risentono del libeccio e delle brezze provenienti dal mare, che creano un microclima davvero peculiare in tutta la zona. Si lavora seguendo pratiche biologiche dal 1997, con metodi di allevamento molto antichi come il tendone, per rispettare la natura circostante e per far sì che queste vigne plurisecolari possano continuare a dare i loro frutti ancora per molto tempo. Inoltre si coltivano solo varietà autoctone, sia a bacca bianca che rossa, come tintore, piedirosso, bianca tenera, ginestra e pepella. I vini che nascono dal lavoro del team di Monte di Grazia sono tre, e la produzione annua è di circa 5000-6000 bottiglie. Vini di terroir, unici, contraddistinti dalle forti radici mediterranee e dall’assoluta qualità.


Caratteristiche

  • Nome del vino: Rosato

  • Annata: 2019

  • Denominazione: Campania IGT

  • Provenienza: Italia - Campania

  • Vitigni: Tintore e Moscio

  • Età media del vigneto: Vigne centenarie

  • Estensione e tipo d’impianto: 2,7 ha

  • Vinificazione e affinamento: Vinificato e affinato in acciaio

  • Grado alcolico: 12%

  • Formato: 75 cl

  • Bottiglie prodotte: 2000