Grappa Punto G 2013 50 cl Capovilla

Altre caratteristiche

La grappa "Punto G" di Capovilla è una grappa bianca prodotta da vinacce di vignaioli Triple A. Dal profilo aromatico delicato e rotondo ma di grande corpo e struttura, è ricca di aromi floreali e fruttati con lievi accenni speziati.

La Grappa “Punto G” realizzata dal maestro Vittorio “Gianni” Capovilla, in collaborazione con Velier, è la prima grappa al mondo ad essere stata realizzata a partire da vinacce di produttori Triple A. Questa denominazione sta a significare l'altissima qualità delle uve, esclusivamente italiane, succose, pure, pulite, prive di alcun elemento chimico: un vero inno alla natura in tutta la sua magnificenza, nato da una forte passione per la grappa. Il lavoro meticoloso di Capovilla, amico e collaboratore dei migliori produttori di vino, avviene in una rinascimentale distilleria fornita di alambicchi tradizionali discontinui a bagnomaria e avente sede a Rosà, nei pressi di Bassano del Grappa, nel Veneto. Adatta per le grandi occasioni, ma anche per le serate con gli amici, la Grappa “Punto G”si distingue per il suo unico e affascinante sapore. Un euforico equilibrio che tocca note intense e sottili, rimanendo meravigliosamente presente attraverso un appagante finale. Strutturata, la sua alta acidità rende piacevole la forte presenza alcolica. Una vera e propria opera d'arte, bandiera della storica maestria artigianale tutta italiana della grappa, figlia di materie prime ammirate in tutto il mondo.


Vittorio Capovilla è riconosciuto dai più come uno dei migliori distillatori al mondo. Vittorio, meccanico emigrante prima e tecnico in una delle maggiori ditte produttrici di materiali per enologia poi, decide trent’anni fa di dedicarsi anima e corpo alla distillazione. Per farlo sceglie di seguire la sua più grande passione: la frutta. Comincia a ricercare in maniera assidua e maniacale le più disparate varietà di frutta in via di estinzione: dalla Romania al Vesuvio, dalla Val Venosta allo Champagne.

Tecnica e passione al servizio della natura, così da riuscire ad estrarre il meglio da ogni frutto. La ricerca della purezza porta Vittorio alla consapevolezza di cercare sempre i migliori frutti possibili, in quanto solo da questi è possibile ottenere un distillato assolutamente unico. Oggi la frutta con cui produce i suoi incredibili distillati cerca di coltivarla direttamente nei terreni della sua distilleria, suddivisi in tre appezzamenti diversi. Quattro ettari di coltivazioni di proprietà, dove i frutti vengono selezionati manualmente, uno ad uno, solo quando è raggiunto il giusto grado di maturazione: questo processo produttivo di alta qualità rende i distillati di Capovilla unici nel loro genere, capaci di sprigionare sapori naturali, andati ormai perduti. Vittorio ha fatto dell'eccellenza della materia prima e della purezza dei distillati la sua vera ragione di vita. Il risultato sono appunto grappe e distillati purissimi, da veri intenditori.

Possiamo senza dubbio confermare le parole di Veronelli, suo grande amico e stimatore, che lo definì «il più nobile dei nobili tra i distillatori»: davvero unico nel suo genere.