28 luglio 2021 Food

BIOBACCHE TOSCANE: LA PASSIONE PER LA NATURA

Siamo in Toscana, nel cuore della campagna aretina, un luogo magico dove si susseguono colline, boschi e, mai come in questo periodo dell’anno, distese erbose fiorite e coloratissime.

In questo scenario meraviglioso vivono e lavorano due ragazzi sulla cinquantina che, qualche anno fa, hanno deciso di cambiare vita. Basta stress, basta correre da mattina a sera, stop ad un lavoro che non li rendeva soddisfatti; tra una chiacchiera e l’altra, aspettando i rispettivi figli davanti a scuola, è nato un progetto che è soprattutto una nuova concezione di vita, più slow, in armonia con la natura, più sana.

Biobacche Toscane nasce così, quasi per gioco e oggi rappresenta una realtà piccola ma unica nel suo genere, come piace sottolineare a Francesco Russo, uno dei due titolari dell’azienda che ci ha gentilmente concesso un’intervista per raccontarci questa bella storia. I prodotti di punta dell’azienda sono gli estratti, realizzati soltanto con frutta e verdura, materie prime di altissima qualità lavorate a freddo per lasciarne intatte le proprietà nutritive ed organolettiche.

TERRA La prima cosa che chiedo a Francesco è per l’appunto legata alla realizzazione degli estratti: come avviene, quali sono le procedure seguite, le fasi produttive.

FRANCESCO L’obbiettivo da cui siamo partiti è creare un prodotto buono e sano, valorizzando i benefici che i frutti della natura possono apportare alla nostra salute. Il punto di partenza è la qualità della materia prima: ci rivolgiamo a piccoli produttori del territorio, che lavorano seguendo i dettami dell’agricoltura biologica, tutti gli ingredienti che utilizziamo, sono sani, poco trattati e soprattutto buoni. Sappiamo da dove provengono, li andiamo a reperire personalmente e scegliamo solo i frutti più belli perché in questo modo possiamo evitare qualsiasi tipo di trattamento. Frutta e verdura vengono infatti raccolte al punto giusto di maturazione, questo ci consente di effettuare una pastorizzazione a temperature relativamente basse e per un periodo molto breve (massimo 3 minuti). In questo modo non si va ad intaccare il profilo organolettico dei prodotti, i sapori e i profumi sono autentici, si evitano le note di cotto o di bruciato date da una pastorizzazione aggressiva. Inoltre si preserva oltre l’80% dei principi nutritivi e si evita di aggiungere zucchero agli estratti. Salvo pochissime eccezioni, nei nostri prodotti c’è solo lo zucchero naturalmente contenuto nella frutta. Così ti bevi un estratto che è come quello che faresti a casa ma senza doverlo preparare e che si conserva freschissimo per 24 mesi.

TERRA Qual è il punto di forza dei vostri prodotti?

FRANCESCO Analizzando i succhi in commercio abbiamo notato un’elevata standardizzazione, tutti ad alto contenuto di zuccheri raffinati, dannosi per la salute, così ci siamo messi a lavorare per capire come realizzare qualcosa di nuovo in questo ambito. Abbiamo studiato tanto, abbiamo lavorato fianco a fianco con nutrizionisti e professionisti del settore per elaborare tecniche di produzione e ricette in grado di combinare gusto e benefici per l’organismo.

Olivello spinoso dalla costa toscana; mirtilli selvatici del Monte Cimone ad alto contenuto di antociani; mirtilli di Grosseto, più dolci e succulenti rispetto a quelli selvatici; foglie di sedano, ricche di sali minerali; mele di Montepulciano, il nostro dolcificante naturale: sono solo alcuni dei pregiati ingredienti che utilizziamo per produrre i nostri estratti che sono anzitutto buoni ma che sono anche dei piccoli integratori, perché apportano sostanze utili all’organismo, in maniera del tutto naturale.

TERRA Quali sono i principali benefici delle bacche?

FRANCESCO: I frutti piccoli, in generale, hanno tutti un alto contenuto di antiossidanti. Poi ciascun frutto ha proprietà specifiche, ad esempio il mirtillo rafforza i capillari e migliora la circolazione, il rabarbaro esercita un’azione sulla stipsi, per carità non sono medicinali ma sicuramente sono importanti per la nostra salute. Poi le combinazioni tra gli ingredienti sono fondamentali, perché mettendo insieme frutta e verdura con diverse proprietà si possono ottenere importanti risultati.

TERRA Facciamo un po' di chiarezza, potresti illustrarci il concetto di superfoood?

FRANCESCO: Di per sè è banale, è un cibo, come dice la parola stessa, “potente”, ad esempio, l’olivello spinoso, ha un contenuto di vitamina C trenta volte superiore a quello dell’arancio, in più la vitamina C negli estratti di olivello non si volatilizza rapidamente come nel caso di una spremuta di arancia ma si mantiene intatta a lungo. Con due o tre cucchiaini al giorno assumi una quantità di vitamina C importante, pari a quella di un integratore farmaceutico. Sono super concentrati di elementi nutrizionali.

TERRA Quali sono i vostri nuovi progetti? Pensate di ampliare la gamma dei vostri prodotti?

FRANCESCO Sì, cerchiamo gradualmente di affiancare altri prodotti agli estratti ma sempre nel segno della naturalità e delle idee dalle quali siamo partiti. Abbiamo iniziato con il miele e con una serie di prodotti a base di cera d’api. Poi c’è una novità in arrivo che vi svelo in anteprima: uno scrub per il corpo 100% naturale da realizzare a casa. E’ un box contenente tutti gli ingredienti per comporre lo scrub, dermatologicamente testato e realizzato in collaborazione con l’Università di Camerino.

Tanta energia e voglia di fare insomma, di creare qualcosa di nuovo nel rispetto del dogma della naturalità…niente male per due ragazzi cinquantenni!              

Lascia un commento