Pinot nero La Plante 2020 Domaine Henri Naudin-Ferrand

Altre caratteristiche

Parcella situata nel lieu-dit “En Bully”, nella parte alta della Côte di Pernard. Vinificazione essenziale ed estrazione delicata per un Pinot Nero gastronomico e gioioso, da bere a grandissimi sorsi


Le lentiggini che colorano un volto diafano, una corporatura longilinea e una voce pacata. L'immagine di Claire Naudin sembra preludere alle trasparenze dei vini che dal 1994 produce nell'azienda famigliare a Magny-Lès-Villers, un minuscolo villaggio in bilico tra le Hautes Cotes. Il Domaine conta 21 ettari vitati, l'80% dei quali in AOC regionali a cui si aggiungono parcelle di rango superiore nella Cote de Nuits e un appezzamento nel grand cru Echezeau. 

Negli ultimi anni quella che era già una vinificazione all'insegna della sensibilità, si è fatta ancora più minimalista in ossequio a quello che Claire chiama "metodo intuitivo": solforosa utilizzata solo prima dell'imbottigliamento e in dosi omeopatiche, nessun inoculo di lieviti, nessuna filtrazione e spostamento delle masse per gravità. I rossi sono vinificati a grappolo intero con l'utilizzo della carbonica, per stimolare una pre fermentazione intracellulare.

Così nascono vini eleganti e rarefatti che si sono imposti come un vero punto di riferimento tra i palati più esperti. Nelle annate un cui la natura lo consente si producono 110/130.000 bottiglie.

 


Caratteristiche

  • Nome del vino: La Plante

  • Annata: 2020

  • Denominazione: Bourgogne Hautes Cotes de Beaune

  • Provenienza: Francia-Borgogna

  • Vitigni: Pinot noir 100%

  • Età media del vigneto: 50 anni

  • Estensione e tipo d’impianto: 0,65 ettari

  • Grado alcolico: 13,5%

  • Formato: 75 cl

  • Bottiglie prodotte: 1638