Barolo magnum 2000 Bartolo Mascarello

Altre caratteristiche

Bartolo Mascarello si può definire “leggenda” del Barolo e delle langhe. Fondata nel 1918 quando Giulio Mascarello, tornato reduce dalla guerra, decise di mettersi in proprio abbandonando il lavoro nella cantina sociale e acquistando, con grande sacrificio, piccole porzioni di vigneti nei Cannubi e San Lorenzo, ma la svolta sarà negli anni sessanta, quando il figlio Bartolo entrato a far parte del lavoro in cantina, darà una svolta realizzando uno stile unico e inconfondibile, ma sempre attento alla tradizione.

Oggi questa storica cantina è guidata dalla figlia Maria Teresa, portando avanti la produzione dando luce a una sola etichetta, unendo in una sola bottiglia uve selezionate provenienti da più cru, proprio come vuole la tradizione Mascarello.

Prodotto con uve selezionate dai vigneti di proprietà Ruè, San Lorenzo e Cannubi. In cantina subisce una fermentazione spontanea in vasche di cemento, con lieviti indigni. Seguirà la fermentazione con una durata di circa 32 mesi in botti di rovere di Slavonia

Questa bottiglia proviene da collezioni di privati, da ristoranti, enoteche o da commercianti di vini rari. Prima della messa in vendita è stata controllata da noi personalmente. Non possiamo però garantire che a distanza di tanti anni il vino sia ancora perfettamente conservato. Terra garantisce che le condizioni della bottiglia sono esattamente come da descrizione e fotografia presente nella pagina del prodotto. La vendita di questa bottiglia è quindi soggetta alla clausola “come visto e piaciuto".


Bartolo Mascarello, un piccolo vignaiolo e un nome leggendario del Barolo, i suoi vini hanno marcato uno stile produttivo all’insegna del rispetto della tradizione, senza mai cedere alle mode del gusto internazionale.
5 ettari totali e soltanto 3 dedicati al Nebbiolo danno vita ad un’unica etichetta: il Barolo di Bartolo Mascarello è senza dubbio uno dei più grandi vini italiani, entrato nella storia della nostra enologia e rappresenta la memoria storica del territorio langarolo.


Caratteristiche

  • Nome del vino: Barolo

  • Annata: 2000

  • Denominazione: Barolo docg

  • Provenienza: Italia-Piemonte

  • Vitigni: Nebbiolo 100%

  • Suolo: Terreni diversi del periodo tortoniano ed elveziano

  • Età media del vigneto: Vecchie vigne

  • Vinificazione e affinamento: Prodotto con uve selezionate dai vigneti di proprietà Ruè, San Lorenzo e Cannubi. In cantina subisce una fermentazione spontanea in vasche di cemento, con lieviti indigni. Seguirà la fermentazione con una durata di circa 32 mesi in botti di rovere di Slavonia

  • Grado alcolico: 14%

  • Formato: 1,5 lt